jueves, 11 de septiembre de 2008

ciao mamma...


CREDO
CREDO IN TE
NELLA TUA FORTE FIGURA
SOPRA LA MIA DEBOLEZZA
NELLE TUE PICCOLE MANI
SOPRA IL MIO SENO TREMOROSO
O MALATTO...
CREDO...
CREDO NEL TUO PALLIDO SILENZIO
QUANDO MAGARI SOFFRIVI
E NON LO DICEVI....
NELLA TUA VOCE CHE ORDINA
SOPRA LE NOSTRE PAURE
E INSICUREZZE
DI PICCOLI...
CREDO
CREDO NELLA TUA FEDE,
QUELLA CHE MI HAI LEGATO
NELLA TUA FORZA
NELLA TUA LOTTA
NELLA TUA GAGLIARDEZZA
CHE NON ERA NIENTE
SOLO DIFFENDERTI DEL DOLORE...
CREDO....
CREDO IN QUELLA RAGAZZA
CHE UNA VOLTA ARRIVO' ALLA CITTA'
UN PICCOLO PAESE E PICCOLO E PERSO
E GRAFFIO' LA SOLITUDINE IN UNA STANZA
NELLA QUALE OGNI MATTINA
SI SVEGLIAVA
PER SERVIRE GLI ALTRI...

CREDO
CREDO NEL TUO AMORE
NELLA TUA DISPERAZIONE
NEI TUO VALORI E LE TUE CREDENZE
NELLE TUE RABBIE, NELLE TUE AMAREZZE
NEL TUO RISEGNARTI IN OGNI MODO.
CREDO NEL UOMO CHE SCEGLIESTI
CHE TROVASTI
CHE AMASTI PER TUTTA LA VITA
CON CUORE E RAGIONE E SENZA RAGIONE
CON ANIMA E VITA
FINO A LASCIAR LA TUA VITA
PERCHE SENZA LUI LA TUA VITA
NON AVEVA SENSO
CREDO NEL SENSO DEL TUO VALORE
DELL'ORDINE....
NEI TUOI ANTEPASSATI
NEI TUOI RICORDI
NELLA TUA INFANZIA
NEL TUO PASSATO E NEL TUO FUTURO
CREDO
CREDO IN TE
CREDO NELL'ANGELO CHE ANCORA
MI MANDA IL TUO ESSERE
QUANDO APPARI NEI MIEI SOGNI
E MI CULLI
E MI CANTI UNA NINNA NANNA
COME QUANDO SONO NATA.
CREDO NELLA TUA INTEGRITà
NELLA TUA PASSIONE
NELLA TUA INFELICITà, NEL TUO DONO
E CREDO NELLA POSSIBILITà DI RINCONTRARTI
NELL'ALDILà
CHISSà QUANDO
MAMMA

viernes, 22 de febrero de 2008

martes, 19 de febrero de 2008

martes, 29 de enero de 2008

viernes, 18 de enero de 2008

FUCK


Fuck
ai poveri di spirito
ai piccini di cuore
ai superficiali
a quelli che si fermano alle apparenze
a quelli che non sanno ridere
a quelli che non sanno sognare
a quelli che non sanno stupirsi
a quelli che non ti guardano negli occhi
Fuck
agli stupidi
ai volgari
ai bugiardi
a quelli che non prendono mai una posizione
a quelli che scompaiono senza motivo
a quelli che non sanno abbracciare un albero
a quelli che non sanno sorprenderti
a quelli che non ti accarezzano l'anima
Fuck
ai meschini
ai disonesti
ai violenti
a quelli che non hanno mai letto un libro
a quelli che non hanno mai scritto un'emozione
a quelli che giudicano a prescindere
a quelli che non hanno la forza delle idee
a quelli che non cantano sotto la pioggia
Fuck
ai superbi
ai paludati
ai grigi
a quelli che violano i bambini
a quelli che non amano la musica
a quelli che detestano le diversità
a quelli che violentano la natura
a quelli che offendono le donne
Fuck

STASERA


Stasera
vorrei non perdere il tuo sorriso
Sarebbe come spegnere il fuoco del camino nel cuore della notte
e non ritrovare, nel tepore d'intorno, il senso di esistere
Stasera
se soltanto potessi rubarlo
ti regalerei il volo di una farfalla

miércoles, 9 de enero de 2008

ESTA NOCNE ME EMBORRACHO


Esta noche me emborracho
Tango
1928
Letra y Música (ir a la partitura): Enrique Santos Discepolo




Escuchar
mientras leo
Sola, fané, descangayada,
la vi esta madrugada
salir de un cabaret;
flaca, dos cuartas de cogote
y una percha en el escote
bajo la nuez;
chueca, vestida de pebeta,
teñida y coqueteando
su desnudez...
Parecía un gallo desplumao,
mostrando al compadrear
el cuero picoteao...
Yo que sé cuando no aguanto más
al verla, así, rajé,
pa' no yorar.

¡Y pensar que hace diez años,
fue mi locura!
¡Que llegué hasta la traición
por su hermosura!...
Que esto que hoy es un cascajo
fue la dulce metedura
donde yo perdí el honor;
que chiflao por su belleza
le quité el pan a la vieja,
me hice ruin y pechador...
Que quedé sin un amigo,
que viví de mala fe,
que me tuvo de rodillas,
sin moral, hecho un mendigo,
cuando se fue.

Nunca soñé que la vería
en un "requiscat in pace"
tan cruel como el de hoy.
¡Mire, si no es pa' suicidarse
que por ese cachivache
sea lo que soy!...
Fiera venganza la del tiempo,
que le hace ver deshecho
lo que uno amó...
Este encuentro me ha hecho tanto mal,
que si lo pienso más
termino envenenao.
Esta noche me emborracho bien,
me mamo, ¡bien mamao!,
pa' no pensar.